Francesco Pignataro Sindaco: Amministrazione partecipataCoinvolgimento attivo dei cittadini nella progettazione della città attraverso proposte e confronti (anche on line); attivazione di un’applicazione web e un’app mobile che permetterà ai cittadini di segnalare i disservizi in città (buche sull’asfalto, fatiscenza del verde pubblico, guasti all’illuminazione) e seguirne, passo dopo passo, l’iter fino alla risoluzione del problema.

City Reporter è una soluzione innovativa che permette ai cittadini di aprire una segnalazione sui disservizi in città (buche sull’asfalto, abbandono del verde pubblico, guasti all’illuminazione) per seguirne passo passo l’iter, fino alla soluzione del problema.

City Reporter è allo stesso tempo un’applicazione web che permette di digitalizzare i processi della Pubblica Amministrazione Locale, relativi alle manutenzioni dei guasti urbani, e un’App mobile mediante la quale il cittadino segnala i guasti urbani e controlla la loro risoluzione.

City Reporter si compone di due principali sottosistemi:

  • City Reporter front-office: è l’area dedicata ai cittadini, per segnalare una buca per strada, un lampione che funziona male o qualsiasi altro guasto urbano, tramite web browser collegato ad internet, ed attraverso un’APP Android/iOS.
  • City Reporter back-office: è l’area dedicata all’amministrazione, un’interfaccia intuitiva in cui sono raccolte tutte le segnalazioni, organizzate, suddivise tra i referenti, e seguiti tutti gli sviluppi.
  • Servizio di attivazione e gestione dei canali di comunicazione web e social.
  • Il servizio prevede l’attivazione di una sezione informativa per divulgare le azioni intraprese dall’amministrazione comunale. Tutti i contenuti prodotti potranno essere veicolati contestualmente sui canali social dedicati Facebook, Google+, Twitter, Linkedin, Instagram, YouTube.
  • Attivazione aree wifi pubblico.

Gli obiettivi sono quelli di sviluppare idee ed esplorare possibili interventi operativi su questioni legate alla quotidianità urbana; allargare il processo di dialogo a un gruppo di persone più numeroso rispetto a chi è coinvolto nelle sperimentazioni da avviare; condividere conoscenze, stimolare l’innovazione, coinvolgere persone in conversazioni autentiche.